sabato 20 giugno 2009

A snake of june ( Shinya Tsukamoto , 2002 )


Giudizio: 9/10
...e piove


Piove, piove sempre, piove come non ha mai piovuto; una pioggia bluastra virata da un bianco e nero fantastico e angosciante. Lei rincuora lui, malato terminale di cancro dicendogli: "fai ciò che ti piace" , lui la assilla dicendole : "non ti dico di fare sesso, ti dico di fare ciò che vuoi" e sembra all'inizio un carnefice con la sua vittima. Ma lei ama masturbarsi, non avendo rapporti col marito , e non capisce subito che solo portando in superficie quello che nell'intimo profondamente ama potrà salvarla.
E su tutto sempre la solita pioggia disturbante, opprimente : pioggia su di lei che gira col vibratore infilato, pioggia sul marito che la spia, pioggia sul carnefice-salvatore che fotografa, pioggia che scorre sulle strade e nei tombini, che bagna le ortensie e che da vita alle lumache.
E' la solita stupefacente e per certi versi poco confortante esplosione di perversione filmica che solo certo cinema orientale è in grado di dare, un tornado che si abbatte sulla nostra coscienza moraleggiante da occidentali del Vecchio Continente.
Fai ciò che vuoi (veramente) e ti sarà resa salva la vita: ecco il messaggio di Tsukamoto in questo film giustamente pluripremiato; film di meravigliosa fattura tecnica, di gran ritmo , di immagini scarne e violente come sassate sulla fronte , film scuro , piovoso, percorso da lampi di genio cinematografico sbalorditivi: come si può non amare Rinko che in miniabito , trucco puttanesco e tacchi alti, cammina sotto la immancabile pioggia e si offre, masturbandosi, alla vista del carnefice-salvatore-fotografo e al marito-guardone , fino a denudarsi e rimanere (fradicia di pioggia) alla mercè dei loro sguardi? E' cinema epico , da antologia !
Il finale è solo apparentemente consolatorio e positivista: forse è solo l'inizio di un' altra ipocrisia, anche se la pioggia non c'è più.

3 commenti:

  1. un super filmone. davvero capolavoro!! il mio preferito tra quelli del maestro. geniale innovativo ossessivo. devo rivederlo. gran film

    RispondiElimina
  2. E' cinema epico, da antologia!

    puoi dirlo forte! forte!!

    e nota: dura pure poco! e deve essere pure costato poco. lo poteva girare in 3 gg nella metro a milano e dietro la rimessa dei tram.
    hai visto tsu super palestrato nel film di miike ichi?! AHAHAHAH!!!

    RispondiElimina
  3. Tsukamoto è uno dei più grandi artigiani di Cinema degli ultimi anni, nel senso stretto del cinema, e i risultati sono sotto gli occhi di tutti.
    In Ichi the killer mostra anche doti da attore non indifferenti.

    RispondiElimina

Condividi