sabato 20 giugno 2009

Bombon el perro ( Carlos Sorin , 2004 )


Giudizio: 8/10
Sorin il minimalista

Film minimalista per scelta e necessità: in Argentina la vita non è rosea per i più e la Patagonia è terra di struggente bellezza ma che spinge all'introspezione portata dal vento sferzante che la batte. Film di solitudine vissuta come uno status inevitabile, in attesa di qualcosa che cambi la vita e dia vigore. Film di una tenera storia di amicizia tra un uomo e uno splendido Dogo argentino , che come un deus ex machina della tradizione teatrale greca, giunge a risolvere i problemi e a dare un senso gioioso alla vita dell'uomo.
Viaggiano nel loro scassato furgone, l'uomo e il cane , uno seduto accanto all'altro, fanno progetti, intravedono una via d'uscita alla vita grama, conoscono posti e gente nuova, tornano a galla dai loro abissi di solitudine.
Crede alla fine di averlo perso il bel cagnone, che invece ha solo fatto l'ultimo atto di ribellione alla solitudine: si è scelto da solo la sua compagna con cui accoppiarsi: anche nel fondo della solitudine, l'essere vivente ha sempre davanti a sè la scelta come suprema forma di ribellione.
E' facile commuoversi leggendo questa storia, tutto concorre a che ciò avvenga: ma ci si commuove di fronte a sentimenti forti, spietati e belli, proprio come la Patagonia.

Nessun commento:

Posta un commento

Condividi