sabato 24 dicembre 2011

The warring states / 战国 ( Chen Jin / 金琛 , 2011 )

Giudizio: 6.5/10
L'arte della guerra e il melodramma

Il periodo storico denominato deli "Stati Combattenti" si colloca immediatamente a ridosso del 221 AC , anno in cui il Re Qin. sottomettendo tutti gli altri regni, si proclama Primo Imperatore della Cina unificata e diede inizio alla breve dinastia Qin, la prima della serie di dinastie regnanti nell'Impero per due millenni ed oltre.
E' questa l'epoca in cui si colloca The warring states guardandosi bene però dall'avere pretese storiche e tralasciando qualsiasi aspetto politico-sociale che possa chiarire un periodo turbolento e allo stesso tempo importantissimo nella storia cinese.
Tutto l'aspetto storico del film si incentra sulla figura di Sun Bin, allievo di Sun Tzu, autore di uno tra i testi più famosi della letteratura cinese e cioè quell'"Arte della guerra" che ancora oggi è oggetto di studio in tutto il mondo, sulla generalessa del regno di Qi Tian Xi e su Pang Juan , anch'esso allievo di Sun Tzu, al servizio del regno di Wei.

Alcuni momenti del film ricalcano quasi fedelmente le biografie dei due strateghi, compresa la battaglia di Mailing, ma accanto all'appena accennata maestria strategica e tattica dei due , la narrazione si impelaga troppo colpevolmente sul filone melodrammatico dell'amore tra Sun Bin stesso e la generalessa Qi.
Anche l'aspetto della fratellanza che lega Sun Bin e Pang Juan, ora servitori di due sovrani contrapposti, in un epoca in cui le guerre e le alleanze tra i sette regni cambiavano ad ogni stormire di fronda, è poco sviscerata, se non nell'aspetto più controverso che vede Juan venire meno all'amicizia fraterna in favore della ragion di stato.
I cardini del film quindi si riducono ad essere il prezioso trattato di Sun Tzu ,di cui Sun Bin si ritiene essere l'unico depositario e che sarebbe risolutivo per il regno che ne entrasse in possesso, e la storia d'amore tribolata tra lo stratega e Tian Xi che naturalmente finisce a lacrime e sangue.
Affrontare di petto l'aspetto più strettamente storico sarebbe indubbiamente stata impresa non facile e avrebbe ristretto il gradimento ad un pubblico limitato che fosse a conoscenza di quel periodo storico complesso, ma l'operazione messa in piedi sembra solo un epico e affascinante contenitore in cui calare un racconto di amori tribolati, di intrighi e di crudeltà.
Quello che consente alla pellicola di raggiungere la sufficienza è una indubbia veste da kolossal in cui le ricostruzioni delle battaglie, delle città e dei costumi è molto ben riprodotta regalandogli quell'atmosfera epica che inevitabilmente affascina; a ciò si contrappone una certa povertà nell'approfondire alcuni aspetti e alcune relazioni tra i vari protagonisti che sembra talora sfociare in approssimazione se non quando in confusione.
Nel cast fanno la loro parte in maniera convincente Sun Honglei nel ruolo di Sun Bin e un bravissimo Francis Ng nei panni di Pang Juan.

Nessun commento:

Posta un commento

Condividi