domenica 15 aprile 2012

The sensualist ( Yukio Abe , 1991 )


Giudizio: 7/10
Storia di un libertino

Tratto dalla omonima novella del XVII secolo, The sensualist è un anime   nipponico dalla forte carica erotica , espressa in forme eleganti e raffinate, che nell'arco della scarsa ora di cui è composto si presenta come un compendio della società giapponese dell'epoca Tokugawa soprattutto rispetto alla libertà di costumi sessuali e all'edonismo sessuale che di quella epoca erano esempio fulgido.
Basandosi su una trama esile , la scommessa in cui uno sciocco sarto viene coinvolto, racconta la storia di un libertino bisessuale che spese la sua vita nella ricerca ostinata e ossessiva del piacere come fine ultimo della sua esistenza.
Soprattutto l'ambiente delle prostitute, dei bordelli,delle cortigiane di lusso viene ben analizzato grazie ad immagini spesso cariche di un forte significato metaforico e simbolico.

I momenti degli amplessi vedono il coinvolgimento di tutto l'ambiente: colori che si inseguono, stoffe colorate che svolazzano, animali che si materializzano e scompaiono repentinamente, fiori che fremono, draghi e uccelli che prendono forma da disegni, sospiri che si trasformano in nuvole di vapore, piedi e mani che si intrecciano, tutto a costituire una partecipazione globale al momento di assoluto piacere.
Soprattutto nella scelta dei colori il regista da sfogo alla sua creatività, rincorrendo simbolismi costruiti con estrema eleganza, senza mai cadere nel cattivo gusto, quasi a volere sublimare l'atto sessuale , rendendolo il punto di arrivo di una ricerca effimera ed edonistica.
Le musiche che accompagnano l'anime sono ben calibrate sulle immagini e concorrono a creare un lavoro che sembra anzitutto un trattato storico e di costume di un'epoca tra le più interessanti della cultura giapponese, un periodo in cui nasceva la grande Tokyo (conosciuta sin lì come Edo), città ricca di bordelli e di sale  da te dove la ricerca del piacere attraeva personaggi influenti e contadini venuti dalla campagna.
Il lavoro di Yukio Abe , pur nella sua brevità , regala momenti di grande sensualità e di sentita partecipazione ed il finale quasi surreale indica la via di lettura di tutta l'opera.

Nessun commento:

Posta un commento

Condividi