lunedì 18 febbraio 2013

Captive (Brillante Mendoza , 2012 )


Giudizio: 6.5/10
Una odissea lunga un anno

Brillante Mendoza prende spunto da un evento di undici anni fa per raccontare la lotta per la sopravvivenza di un gruppo di rapiti in frequente confronto coi rapitori. Film ben fatto ma che manca di calore.
Presentato alla Berlinale del 2012 e uscito nelle sale soltanto in Francia e Filippine e pochi altri paesi, giunge sugli schermi italiani Captive di Brillante Mendoza, lavoro che prende spunto da un fatto avvenuto undici anni orsono nell'arcipelago delle Filippine , dove un gruppo di guerriglieri islamici rapì un gruppo di persone tra le quali alcuni occidentali impegnati in missioni umanitarie.
Il film è il racconto condensato in due ore di un'odissea durata un anno tra fughe in mare e lunghe peregrinazioni nella foresta.
Mendoza cerca anche in un lavoro tutto sommato atipico per lui di mantenere quel profilo incentrato sul realismo che contraddistingue il suo modo di intendere il racconto cinematografico: operazione che per larga parte riesce , ma che offre un risultato piuttosto convenzionale, privo di quegli spunti , a volte fortemente spiazzanti, cui il cineasta filippino ci ha abituati.
La recensione completa può essere letta su LinkinMovies.it

Nessun commento:

Posta un commento

Condividi