lunedì 7 ottobre 2013

La jaula de oro [aka La gabbia dorata] ( Diego Quemada-Diez , 2013 )

Giudizio: 7.5/10
Il road movie dei clandestini

La jaula de oro ( La Gabbia dorata) è un racconto di fuga che si trasforma in un road movie sui generis e che si completa nel dramma dell'illusione: fuga dalle baraccopoli  del Guatemala che si estendono ai margini delle discariche, spesso unica fonte di approvvigionamento di una umanità ridotta ad una indegna esistenza, alla ricerca di un sogno carico di speranze; road movie dipanato lungo le interminabili linee ferroviarie merci che spesso costituiscono l'unica traccia di modernità; dramma dell'illusione che è proprio alla larghissima parte dei migranti clandestini che vedono naufragare in un attimo tutto ciò che avevano sperato.

Il lavoro di Diego Quemada-Diez, opera prima , esce in Italia, proveniente da Cannes dove nella rassegna Un Certain Regard ha ottenuto entusiastici riconoscimenti, quasi in concomitanza con l'ennesima tragedia dell'immigrazione che si è svolta nel nostro Paese , quasi a voler affondare il coltello in una piaga purulenta della nostra società contemporanea.
La recensione completa può essere letta su LinkinMovies.it

Nessun commento:

Posta un commento

Condividi