giovedì 14 novembre 2013

Out of the furnace ( Scott Cooper , 2013 )


Giudizio: 6.5/10
L' America delle ciminiere e delle ferraglie industriali

L'opera seconda del regista americano Scott Copper, autore di quel Crazy Heart che portò a casa l'Oscar per l'interpretazione di Jeff Bridges, è una storia "americana" a tutto tondo, genuina sin dalle scene iniziali; una storia americana anche nel senso limitativo dal punto di vista narrativo.
Siamo nella America delle grandi industrie le cui fornaci e gli altoforni lasciano impressa una sensazione di abbandono e di mestizia, tra ferraglie che arrugginiscono al sole e fabbriche che fumano grigio ancora per poco perché "l'acciaio ormai conviene comprarlo direttamente dalla Cina, costa meno"; siamo in una Pennsylvania depressa , in cui Russel vive col padre malato , lavora nell'acciaieria, tiene d'occhio il fratello minore, reduce dalla Guerra in Iraq ( che novità…), trascorre insomma una vita non certo di quelle da ricordare, ogni tanto una sbronza, la fidanzata amorevole , fino a quando un tragico incidente lo spedisce in galera.
La recensione completa può essere letta su LinkinMovies.it

Nessun commento:

Posta un commento

Condividi