lunedì 13 gennaio 2014

The Immigrant [ aka C'era una volta a New York ] ( James Gray , 2013 )

Giudizio: 8/10

Siamo nell’America degli Anni Venti, invasa dai profughi  europei della Grande Guerra che vedono nell’America la salvezza e la speranza per una vita felice; le navi vomitano ad Ellis Island migliaia di derelitti , persone cui la guerra ha lacerato il corpo e lo spirito: tra questi due giovani sorelle polacche, superstiti di una famiglia sterminata dagli orrori della guerra. Magda viene trattenuta sull’isola perché malata di tubercolosi, Ewa invece viene espulsa appena messo piede sulla terra promessa perché colpevole di atti di dubbia moralità (e poi vedremo che non è stato proprio così).
La salvezza per Ewa è Bruno, faccendiere, mezzo impresario teatrale, mezzo magnaccia che le offre una via di fuga. La donna ben presto capisce che questa magnanimità apparente ha un prezzo e che il suo destino è legato a quello dell’uomo nella speranza di potere riavere vicino a sé la sorella.

Quando in scena compare Emile, cugino di Bruno, scanzonato spirito libero che sembra offrire alla donna un futuro più dignitoso, Bruno si oppone divorato dall’amore  e dalla possessività per la donna.
La recensione completa può essere letta su LinkinMovies.it

Nessun commento:

Posta un commento

Condividi