lunedì 27 ottobre 2014

Angels of Revolution ( Aleksei Fedorchenko , 2014 )


Giudizio: 8/10

E' il 1934: la Rivoluzione Russa dilaga nell'immenso ex impero zarista, impregnando col suo ardore ogni zona, anche la più remota; rimangono delle sacche di resistenza però ed in particolare due comunità ,quella degli Ostachi e dei Nenci, fieri popoli che abitano la tundra, che vivono seguendo le leggi delle loro tradizioni millenarie e che non mostrano alcuna intenzione di soggiogarsi al potere dei Soviet.
Le autorità decidono di mandare sul posto una compagnia di artisti, capeggiata dalla fervente rivoluzionaria Polina, eroina sovietica, con lo scopo di sottomettere con le buone, attraverso una manovra prevalentemente culturale, la recalcitrante popolazione che vive sul fiume Amnija.

Il manipolo di arditi prende sede nel villaggio di Kazym dove vengono costruite una scuola, un ospedale, un museo e un ambulatorio veterinario: nulla da fare, la popolazione autoctona rifiuta ogni forma di cultura diversa dalla propria incentrata sullo sciamanesimo e su divinità severe e guarda i colonizzatori con diffidenza.
La recensione completa può esser letta su LinkinMovies.it

Nessun commento:

Posta un commento

Condividi