sabato 10 ottobre 2015

Insanity / 暴瘋語 ( David Lee Kwong-Yu / 李光耀 , 2014 )



Insanity (2014) on IMDb
Giudizio: 6.5/10

Thriller psicodrammatico dalle tinte oscure, Insanity è un lavoro che va ad indagare sulle pieghe più nascoste delle alterazioni della personalità umana che si strutturano in patologie psichiatriche ben precise.
Il prologo ci mostra Fan , un uomo disturbato, alla deriva, oppresso dal senso di colpa per la perdita del figlio, che durante uno dei tanti diverbi che nascono dalla sua paranoia, provoca in maniera accidentale la morte della moglie.
Dichiarato insano di mente viene internato presso un ospedale psichiatrico dove lo ritroviamo tre anni dopo apparentemente guarito grazie alle cure del dottor Chow, brillante psichiatra di successo prossimo a diventare il direttore dell'ospedale in seguito alla malattia incurabile che ha colpito il vecchio direttore nonchè suo mentore e maestro.


Chow è convinto dei risultati ottenuti al punto di proporre la dimissione del paziente e il suo ritorno nella vita di tutti i giorni da persona libera, cosa che riesce ad ottenere nonostante l'opposizione di qualche collega più anziano.
Fan torna quindi libero e Chow si impegna a controllarne le condizioni, stringendo con lui un legame che sembra andare addirittura oltre quello medico-paziente; ad attendere Fan c'è la suocera che dietro un apparente interesse per le condizioni dell'uomo vuole in realtà coltivare la sua vendetta diventando l'ossessione del genero.
Chow cerca di aiutare l'uomo ma ben presto quello che appare semplicemente come una strana distorsione del rapporto medico-paziente è solo l'inizio di una ribaltamento di ruoli in cui emergono dal passato ombre terribili.

Scritto e prodotto da Derek Yee e diretto da David Lee , Insanity è lavoro che vive di  vistosi alti e bassi: il tema della schizofrenia non è certo argomento originale, ma per buona parte la storia sta in piedi bene, creando lentamente, ma inesorabilmente, un sottile stato di tensione che si alimenta man mano che le prospettive cambiano; accanto a ciò però , soprattutto nella seconda parte quando la storia si contorce, è vivida l'impressione che il racconto tenda a sfuggire di mano impelagandosi in situazioni abbastanza stereotipate relativamente al tema trattato.
Accanto al tema principale il regista tende ad infilare nel racconto anche problematiche sociali, mai in modo pesante, perchè comunque Insanity ha il pregio di non essere lavoro che utilizza un eccesso nei toni o nell'enfasi , grazie ad una regia che vuole essere minimalista ma con stile.
Come thriller in buona parte funziona anche se nel finale manca il colpo d'ala che lo faccia risollevare in maniera decisa, soprattutto perchè nel suo insieme Insanity manca di profondità nei personaggi ,aspetto basilare negli psycothriller: se Fan, grazie alla prova eccellente di Lau Ching-Wan, è personaggio credibile e che crea subito empatia, quello di Chow, interpretato da uno Huang Xiaoming che oltre che doppiato denota limiti notevoli nel suo ruolo, sembra troppo avulso dal racconto, specialmente quando le carte in tavola cambiano ed è il medico che finisce sotto la lente di ingrandimento.
In conclusione Insanity è un thriller per certi versi ben fatto , che è però carente su alcuni punti fondamentali, mostrando inoltre lo scarso coraggio del regista che si adagia troppo supinamente su schemi convenzionali senza osare quel briciolo in più che avrebbe fatto del film un lavoro di ben altro livello.

Nessun commento:

Posta un commento

Condividi