venerdì 20 maggio 2016

Chongqing Hot Pot / 火锅英雄 ( Yang Qing / 杨庆 , 2016 )




Chongqing Hot Pot (2016) on IMDb
Giudizio: 7/10

Quando nell’ormai lontano 2009 , il giovane regista Yang Qing esordì con la commedia dalle mille sfumature One Night in Supermarket, in molti intravidero nelle pieghe del film una certa personalità e bravura che faceva pensare ad un futuro interessante per l’autore cinese; a sette anni di distanza, periodo di tempo insolitamente lungo per una opera seconda al seguito di un buon esordio, Yang Qing presenta ad Udine al 18° Far East Film Festival il suo nuovo lavoro Chongqing Hot Pot che solo un mese prima aveva avuto la sua prima mondiale all’Hong Kong International Film Festival.



Siamo a Chongqing, sterminata megalopoli cinese, una delle città simbolo del cambiamento intercorso nel paese negli ultimi 30 anni e l’inizio della storia è di quelli ricchi di suspance; una rapina in banca coi malfattori dal visto coperto da maschere che rimandano al Re Scimmia e ai suoi compari di Viaggio in Occidente; nel cercare una via di fuga i banditi scoprono nel caveau un buco nel pavimento; lo percorriamo con una ripresa frenetica ed eccoci catapultati con un violento flashback a qualche giorno prima in un ristorante dove si cucina il tipico Hot Pot allestito in uno dei tanti bunker antiaereo che percorrono le viscere della città.
Il locale è gestito da tre amici, Liu Bo,Xu Dong e Four Eyes che si conoscono dai tempi della scuola e che hanno tentato la fortuna con questa impresa, che però rende poco e quindi hanno deciso di vendere ; il compratore però vuole un locale più grande e quindi i tre danno il via ai lavori di ampliamento che sfociano in un buco praticato nel pavimento del caveau di una banca.


Per i tre sarebbe facile prendere i soldi e scappare, ma questo li inchioderebbe in maniera decisiva e farebbe di loro uomini in fuga perenne, inoltre ognuno dei tre ha i suoi validi motivi per evitare la fuga (famiglia , debiti etc) per cui decidono semmai di riparare il buco e fare finta di niente, contando sull’aiuto di una talpa, una ex compagna di Liu Bo, che lavora nella banca.
La recensione completa può essere letta su LinkinMovies.it

Nessun commento:

Posta un commento

Condividi