sabato 21 ottobre 2017

The Night I Swam [aka La Nuit Ou J'ai Nagè] ( Damien Manivel , Igarashi Kohei , 2017 )




The Night I Swam (2017) on IMDb
Giudizio: 6.5/10

Lavoro franco-giapponese, firmato dalla coppia Damien Manivel-Igarashi Kohei entrambi alla opera seconda, The Night I Swam è un curioso e per certi versi affascinante racconto che sembra orientarsi verso il cinema sperimentale pur mantenendo una consolidata linearità narrativa: gli ottanta minuti del film sono infatti privi di ogni forma di linguaggio che non sia quella visiva, accompagnata da una dosata colonna musicale e da un eccellente sonoro che ben si adatta.
E' il racconto di una giornata di un ragazzino di sei anni in una cittadina marittima di provincia del Giappone: inizia quando è ancora buio, il padre si prepara per andare al lavoro in una fabbrica ittica e il piccolo protagonista spia silenzioso in cima alle scale l'uomo che si prepara ad uscire di casa.


Quando giunge il giorno il ragazzino si prepara per andare a scuola in un paesaggio dominato dal bianco della coltre nevosa, giunto di fronte alla scuola però qualcosa scatta nella mente del bambino: oggi sarà una giornata speciale , un gesto intriso di piccolo eroismo; niente scuola e via alla scoperta del mondo , alla ricerca dei confini della sua infanzia.
Vediamo quindi il ragazzino dapprima passeggiare lungo il fiume ghiacciato, quindi salire su un treno e scendere in una città sommersa dalla neve dove vaga come un cavaliere solitario, la sua stella polare è il camion che passa e che appartiene alla fabbrica dove lavora il padre.
Giunto alla fabbrica è ormai quasi sera, la neve cade copiosa , le forze vengono meno e al ragazzino non rimane altro da fare che immergersi in un sonno profondo infilandosi in una macchina.
Con la sera ormai calata la giornata da eroe del piccoletto termina come se fosse un giorno come un altro.

Improntato ad un minimalismo che tracima, come detto, nella sperimentazione The Night I Swam è un delicato racconto di un bambino che si fa eroe quotidiano e che per un giorno vuole esplorare il mondo esterno, quello sconosciuto degli adulti; sullo sfondo un silenzioso e fortissimo legame con la figura paterna che è il motore della sua scelta.
Nonostante la totale mancanza di dialoghi il film è tutt'altro che noioso, soprattutto perchè i registi riescono efficacemente a riempire lo schermo con le immagini, con i suoni e soprattutto con la figura del piccolo attore Takara Kogawa il quale se la cava benissimo nel mettere se stesso sullo schermo con grande spontaneità.
E' proprio il minimalismo narrativo il punto di forza del film che riesce sempre a mantenersi su binari interessanti e non scontati, senza facili situazioni sempre in agguato quando ci sono bambini al centro del racconto.
The Night I Swam è insomma un lavoro che ha i suoi pregi, si tiene in piedi con sufficiente disinvoltura e riesce a regalare comunque qualcosa di valido.

Nessun commento:

Posta un commento

Condividi