sabato 20 giugno 2009

Bad guy ( Kim Ki-Duk , 2001 )


Giudizio: 9/10
L'Amore balordo vince


L'amore balordo trionfa.....a nulla valgono gli eccessi di squallore con cui viene presentato, non bastano schiaffi, sputi, sangue, accoltellamenti, battone e magnaccia: l'amore balordo, l'amore insano vince, e lo fa raggiungendo, nonostante tutto , vette di poesia difficili da ritrovare nel cinema moderno; bisogna ritornare ai personaggi dalle facce sporche e segnate dalle cicatrici ma capaci di storie d'amore grandiose del cinema anteguerra.
I bad guy sono così non ci interessa perchè ,non ci viene svelato quale background hanno, sono così basta e non cercano redenzione, il loro destino è segnato: il boss magnaccia tale rimane e la prostituta anche, pur se stretti mano nella mano.
Han-gi ama Sun-hwa, la spia mentre si vende, il suo unico contatto con lei è con la mediazione dello specchio/vetro (ispirazione wendersiana di paris texas? ); solo quando lei, insospettita, lo romperà e scoprirà il suo boss dall'altra parte si squarcerà il velo che la divide da lui e il ritorno alla panchina da dove tutto è cominciato, dove han-gi pensa di ridare la libertà alla fanciulla è uno dei momenti più straordinari del Cinema, del grande cinema: è il momento che segna l'apice della poesia e della descrizione dell'amore marcio.
L'amore balordo trionfa, nonostante tutto e forse nessuno capirà mai come possa raggiungere momenti di così alta grandiosa liricità, ma è così ,avviene ,e Kim Ki Duk da grande maestro lo descrive e basta , non spiega nulla, non gli interessa: ci vuole solo raccontare una grande storia d'amore, balordo, ma stupefacente che colpisce tutti i sensi e ti lascia a bocca aperta e con gli occhi fissi sullo schermo nero.

2 commenti:

  1. Uno dei miei preferiti di Kim

    RispondiElimina
  2. Vista la china intrapresa ultimamente da Kim, direi probabilmente il migliore.

    RispondiElimina

Condividi